Bio

“Dove i Pesci affogano” è la ricerca di se stessi attraverso l’irrazionalità dell’inconscio, è la difficoltà di restare a galla in questa vita che ci trascina a fondo, è la voglia di vomitare fuori tutto il nero che appesantisce i nostri pensieri, è un grido soffocato perso in oceani di indifferenza, è il distacco dalla realtà, l’evasione, la soluzione…..

copertina ep n 1 - Copia

Biografia

di  DOVE I PESCI AFFOGANO

 

“Dove i Pesci affogano” nasce dall’idea di Andrea Cassetta (cantautore rock polistrumentista ) di rappresentare, attraverso l’audio e il video, un percorso introspettivo nell’irrazionalità dell’inconscio.
Il progetto è una trilogia suddivisa in 3 Capitoli, ognuno dei quali comprende un EP + un cortometraggio; il filo conduttore è il surrealismo della vita onirica.

Il 13 settembre 2012 esce su ITUNES e in tutti i digital stores la prima parte del progetto “Capitolo 1 l’abisso”( prodotto e mixato da Andrea Cassetta e nel quale registra da solo  sovraincidendo uno per volta: basso, chitarre, batteria e tutte le voci ), dove vengono evidenziati: il potere dei soldi che rende schiavi, la solitudine che sfocia in follia, i rimpianti del passato, il tempo che inesorabilmente sottrae.

Il 12/12/2012 il brano “ossigenO2″ entra a far parte della compilation FREE TO BE DOWNLOADED , la compilation è edita da PLINDO e sponsorizzata dal M.E.I.

A Luglio 2013 viene notato da PIERO PELU’ che condivide il brano “Le rive della desolazione” sui suoi profili ufficiali di facebook e twitter.
Attualmente sono in lavorazione i successivi 2 capitoli.

 

A Febbraio 2014 si aggiunge un altro aspetto creativo del progetto “Dove i Pesci affogano” ovvero i VIDEO-DIARI: una serie di brevissimi cortometraggi che raccontano il quotidiano e i pensieri piu’ intimi di Andrea mostrando la persona che c’è dietro il musicista.

 

Dal 13 Marzo 2016 è disponibile in tutti i digital stores “Capitolo 2 l’ inconscio” e su youtube il secondo cortometraggio della trilogia: l’omonimo “capitolo 2 l’inconscio” dove vengono rappresentati: la vita, i sogni, i rapporti sociali, l’ alienazione e le debolezze dell’essere umano, il tutto in frammenti surreali che ci trasportano in un delirio onirico. Viene accolto con grande entusiasmo da PIERO PELU’ che lo condivide sulla sua pagina facebook ufficiale:

 

 

screenshot piero condivide

CLICCA SULL’ IMMAGINE PER LEGGERE IL COMMENTO DI PIERO PELU’

 

Tra le precedenti esperienze Andrea ha realizzato parte della colonna sonora del film “FATE COME NOI” di Francesco Apolloni distribuito in tutti i cinema italiani da ISTITUTO LUCE nel 2004, ed è stato selezionato con il brano PURE ALCOHOL nella ZIMBALAM COMPILATION artisti emergenti 2011.

Attualmente  DOVE I PESCI AFFOGANO si evolve da progetto solista a band con l’ ingresso di PAOLO CAREDDU al basso e FILIPPO RAGAZZONI alla batteria.

RASSEGNA STAMPA

” Dove i Pesci affogano, un artista con testi interessanti”
PIERO PELU’

” Rock Romano in cortometraggio”
IL FATTO QUOTIDIANO

“la sua voce a tratti malinconica veste di passione la melodia , quasi una recitazione sentita, dettata dal vissuto dell’artista”
QUADRIPROJECT

“questo è solo il primo passo di un progetto che può promettere un risultato conclusivo davvero buono, un viaggio che tocca tutte le sfaccettature dell’anima dell’uomo, nelle sue mancanze, nella sua folle quotidianità.”
I THINK MAGAZINE

“una musica d’autore, uno sfogo di idee e sensazioni intime di un’artista che ha capacità e tecnica.”
SUONI DISTORTI MAGAZINE

“Dove i Pesci Affogano è una novità decisamente interessante nel panorama emergente Italiano da tenere fortemente in considerazione.”
FREE SOUND MAGAZINE

“Una “ballad” incentrata sul testo, decisamente psichedelico, e su di un arpeggio di chitarra davvero di gran gusto.”

IL GERONE

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *